Dany Vescovi è nato nel 1969 a Milano, città in cui attualmente vive e lavora. Da diversi anni Vescovi persegue e prosegue un tema floreale che è diventato uno standard personale. Le immagini di oggi, divenute più complesse, intrecciano la consuetudine visiva dei fiori ad impreviste zone di pausa, figurando spazi nuovi, come scartati e resi vacanti nell’urgenza di un black out comunicativo. L’artista combina pittura figurativa e astrattismo geometrico con precisione fotografica, in composizioni dal forte dinamismo. L’immagine floreale sembra scomporsi e poi ricomporsi all’infinito nelle partizioni verticali del dipinto, come fossero fotogrammi in sequenza rapida. Sulla tela dà vita a un cortocircuito visivo attraverso continue interferenze, una trasformazione di immagini figurative in forme e volumi astratti e frammentati.