L’architetto Silvia Giannini sceglie Inkiostro Bianco per le decorazioni dello spazio BATHROOMS all’interno del concept Sweet Oh! Suite da lei ideato.

7 Ottobre 2019

Durante l’edizione annuale di SIA Hospitaly Design, la fiera italiana dedicata esclusivamente all’hotellerie che si terrà nel quartiere fieristico di Rimini dal 9 all’11 ottobre 2019, Inkiostro Bianco esporrà il prodotto fibra di vetro EQ.dekor all’interno dell’area BATHROOMS – Sweet Oh! Suite ideato dall’Architetto Silvia Giannini.

All’interno dell’area BATHROOMS Hotel Design Lab, saranno presentati 4 concept per le sale da bagno del futuro dedicati all’hospitality realizzate da 4 diversi progettisti innovativi insieme ad aziende che rappresentano il Made in Italy nel mondo. Sono 4 idee di accoglienza che si traducono in 4 sale da bagno d’albergo in dimensione reale.

La carta da parati Evolution di Inkiostro Bianco trova una perfetta armonia all’interno del concept Sweet Oh! Suite ideato dallo Studio Silvia Giannini all’interno del quale è stata sviluppata l’idea di un bagno di hotel che si trasforma e diventa sempre più spa. Un benessere privato fatto di piacevolezze e di esclusività che coinvolge tutti i sensi, una spa pensata come un bonbon da vedere e da gustare: non asettica ma piena e rotonda. Il concept ricorda il mondo delle favole e invita ad abbandonare il mondo reale pur mantenendo un carattere famigliare e accogliente. Una dolce suite che propone un percorso sensoriale tutto da gustare.
La carta da parati Evolution della collezione Natural Beauty è la scelta perfetta per il contesto e l’esperienza che l’architetto propone all’interno del concept. La tematica, lo stile grafico e cromatico del decorativo nonché il nome stesso evocano un movimento, una trasformazione, una combinazione di elementi primordiali che concorrono all’idea di benessere pensata all’interno dello spazio.
Un esempio di come la decorazione sia in grado di caratterizzare gli ambienti adattandosi al concept del progettista e traducendo desideri e sensazioni in emozioni concrete.

Ringraziamo l’Architetto Silvia Giannini per averci coinvolti nel progetto e per averci dato l’opportunità di coniugare la nostra creatività e capacità produttiva alle esigenze del progettista.

 

/ 5