Il prodotto Canneto della collezione lineadeko premiato nella categoria superfici

21 novembre 2018

La giuria internazionale della terza edizione dell’Archiproducts Design Awards (ADA) – composta da membri delle 40 aziende di architettura più influenti a livello mondiale e alcuni fra i più noti fotografi nel settore del design – ha selezionato, in collaborazione con il team ADA, il prodotto Canneto della collezione lineadeko di Inkiostro Bianco, design by Aldo Cibic, tra oltre 600 prodotti proposti da 400 brands di fama internazionale.
Il premio ADA ha lo scopo di individuare l’eccellenza nel design internazionale, esaltando le collaborazioni più virtuose tra brand e designer nonché le innovazioni di prodotto.

Siamo molto fieri del riconoscimento a noi assegnato per il secondo anno consecutivo – afferma Elena Grazioli, Marketing & Communication manager dell’azienda – l’edizione precedente aveva premiato il prodotto fibra di vetro EQ.Dekor nella categoria superfici. Il premio 2018 è stato conferito a Canneto della collezione lineadeko, lanciata la scorsa Edizione del Salone del Mobile in partnership con Listone Giordano. Dobbiamo sicuramente riconoscere il prezioso contributo di Aldo Cibic, designer della collezione, e naturalmente Listone Giordano che hanno entrambi collaborato a rendere possibile il progetto.

Lineadeko combina innovazione, funzionalità ed estetica. Una declinazione della materia legno impreziosita da decorazioni dal grande impatto visivo. Gli elementi ispirati alla natura e alle arti grafiche solcano le pareti in un percorso che da orizzontale sale in verticale reinventando l’idea stessa di parete trasformandola in complemento d’arredo.

Inkiostro Bianco desidera ringraziare Archiproducts e la commissione del premio ADA per avere riconfermato il prestigio riconosciuto al brand e per l’approvazione riservata al progetto.

 

La Giuria 2018
India Mahdavi, Ramón Esteve, Anwar Mekhayech, Diego Grandi, Enrico Baleri, Anne Sophie Goneau, Paola Navone, Fabio Fantolino, Mario Bellini, Ben van Berkel, Satoshi Kurosaki, Fran Silvestre, Marcio Kogan, Studio Zaven, Studio Milo, Marcante-Testa, Vudafieri Saverino Partners, noa* – network of architecture, Masquespacio, Cruz y Ortiz Arquitectos, pedevilla architects, Florence Bourel, Salva López, Fernando Guerra, Fernando Alda, Azamit, Melissa Jones, Sam Baron, Edoardo Tresoldi, Francesca Molteni, Threefold, NES Creative, Alice Stori Liechtenstein, Natalie Shirinian, Mario Cucinella, Quincoces-Dragò, Studio TESTO, Andrew Trotter, Benedetta Tagliabue, Carlo Ratti, Studio LAN.