La nuova collezione di carte da parati Architecture nasce dalla piacevolezza di un incontro: la collaborazione con ovre.design®, studio di architettura d’interni di Giulia Delpiano e Corrado Conti, che firmano le nuove decorazioni di Inkiostro Bianco portando la propria visione e il proprio know-how all’interno di una collezione raffinata d’impronta surrealista.

Un totale di 16 decorativi suddivisi in 4 serie che tracciano un percorso quasi evolutivo inteso come una proposta di cambiamento della relazione del sé con i propri spazi. Un invito a guardare al di là del proprio spazio e a lasciarsi travolgere e incantare da ciò che sta fuori, in una dimensione di aspirazione e proiezione verso il futuro.

In quanto esseri umani siamo in continua evoluzione nel corso del tempo. La consapevolezza di noi stessi, dei nostri spazi e della nostra relazione con gli spazi che viviamo si adatta, si espande costantemente.

Gli elementi architettonici formano la struttura del nuovo equilibrio all’interno dello spazio che abitiamo. Sono i nostri punti fermi, le linee che guidano lo sguardo verso lo spazio esterno.

Verso l’esplorazione dei confini di un mondo onirico dove il fuori è dentro e il dentro è fuori, il sopra si confonde con il sotto in una prospettiva che sfida la logica.

I soggetti che si trovano incorniciati dalle architetture sono gli elementi surreali che conducono il pensiero in luoghi affascinanti e dimensioni distanti. I soggetti naturali si inseriscono tra gli elementi architettonici di un passato reinterpretato in chiave moderna e costituiscono l’oltre, catturando la curiosità e l’occhio.

Gli interni vengono reinterpretati: si crea un ossimoro dello spazio utilizzando il tridimensionale per ricreare il bidimensionale. Volumi e prospettive, portici e facciate vengono rimodellati per adattarsi alla superficie della carta da parati.